facebookyoutubelogomail

di

In: Senza categoria

Commenti disabilitati su 15 e 16 luglio 10 anni di YOGA&wellness con un nuovo evento in montagna!

Buongiorno.
Sei ufficialmente invitato a festeggiare i 10 anni di YOGA&wellness, con un nuovo evento in montagna che si terrà
sabato 15 e  domenica 16 luglio
a Valbondione presso il Rifugio A.Curò 1800 m s.l.m.– Val Seriana (Bg).
Partenza il sabato mattina da Paratico e rientro domenica sera.
Due giorni di montagna, di respiro, di pratica e di meditazione, di panorami incantevoli e rilassanti, di escursioni e di pace, ci sarà la possibilità di assistere alla spettacolare apertura in notturna delle cascate più alte d’Italia il sabato notte (evento a cui si può assistere una volta sola all’anno), la domenica si potranno salire le cime più belle delle Prealpi Orobiche oppure visitare il lago artificiale del Barbellino inferiore e il lago naturale del Barbellino superiore.

Si pernotterà all’ostello rifugio A. Curo’: nuovo edificio di design del Cai, interamente in legno con vista mozzafiato sulla valle.
Si avrà trattamento di mezza pensione (anche opzione vegetariana/vegana), cena del sabato e colazione della mattina.
L’organizzazione si occuperà del trasporto di tutto il materiale, (borsa yoga e zaino personale) dal paese di Valbondione, (dove lascerete l’auto sabato mattina) fino al rifugio   (e ritorno a valle il giorno dopo).
Il rifugio A.Curò e’ raggiungibile a piedi (2ore30 da Valbondione) e anche in m.t.b. (per i più esperti/allenati, la salita è dura ma la discesa è fantastica..).
Se vuoi vedere l’ostello dove soggiorneremo vai al link http://www.ostelloalcuro.it/
Per il ristorante vai al link  www.antoniocuro.it,
per gli itinerari possibili vai al link  http://www.ostelloalcuro.it/category/itinerari/
per le cascate vai al link  http://www.turismovalbondione.it/cascate_serio.php  oppure  http://www.vivisulserio.it/43-in-rilievo-su-vivisulserio/149-le-cascate-del-serio-aperture-2016
per lo yoga vai al link    www.yogaandwellness.it

Per ulteriori informazioni, per il programma dettagliato con tutti gli orari e per l’elenco del materiale necessario, contattaci:
telefono: 3486957224    @: yoga.wellness@gmail.com
I posti sono limitati, le iscrizioni si chiudono il 10 luglio 2017.
Grazie per l’attenzione, ti aspettiamo!
a presto
namastè

di

In: Senza categoria

Commenti disabilitati su Yoga – Sistema immunitario

di

In: Senza categoria

Commenti disabilitati su Traditional Chinese medicine (TCM)

Traditional Chinese medicine (TCM) has made important contributions to the domestic health care system, a World Health Organization (WHO) official told an exhibition here on Thursday.

Carissa Etienne, assistant director of WHO, told the opening ceremony of the China TCM Exhibition that in the past decade, China had explored health system reforms that included promoting TCM to improve public health.

Etienne praised the fundamental principles of China’s national health policy, which gave equal importance to TCM and Western medicine.

TCM was a critical component of Chinese health care, she said, with a major role in areas ranging from primary medicine to advanced specialties.

“WHO appreciates the efforts of the Chinese government to consistently improve and promote the use of

traditional Chinese medicine,” she said.

The China TCM Exhibition, jointly hosted by the ministries of health, education and science and technology and the State Administration of TCM, showcased the latest developments in this discipline.

(Xinhua News Agency November 7, 2008)

http://www.china.org.cn/health/2008-11/07/content_16728911.htm

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinby feather

di

In: Senza categoria

Commenti disabilitati su Medicina tradizionale rivalutata dall'Oms

PECHINO, 7 novembre (Reuters) – I rappresentanti della sanità provenienti da più di 70 paesi si sono riuniti oggi a Pechino per discutere di medicina tradizionale, dall’agopuntura al trattamento con le sanguisughe.

Nel corso di questo evento di due giorni, gestito dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), si svolgeranno dei seminari sugli standard normativi e sulla medicina popolare di culture come quelle del Sudafrica e del Giappone. L’evento dovrebbe concludersi con la decisione di tutti gli stati membri di accogliere la medicina tradizionale nei loro sistemi sanitari.

I funzionari dell’Oms hanno detto che integrare la medicina tradizionale con quella occidentale potrebbe rendere entrambe più efficaci. “L’inserimento della medicina tradizionale all’interno dei sistemi sanitari nazionali non solo porterà benefici ai pazienti, ma assicurerà anche una maggiore sicurezza e un uso più appropriato di queste tecniche”, ha detto ai giornalisti Carissa Etienne, assistente del  direttore generale dell’Oms.

    I relatori hanno anche chiesto di fare ricerca sulla medicina tradizionale, definita da Margaret Chan, direttore generale dell’Oms, come “una valida fonte da cui attingere per migliorare le terapie e per la scoperta di nuove classi di farmaci”.

    Alcuni studi hanno riscontrato l’efficacia di erbe e altre cure. Un ingrediente proveniente dall’artemisia usato per secoli nel sud della Cina per combattere la malaria, è ritenuto ora la migliore cura per questa malattia, dopo che alcune ricerche hanno dimostrato che è in grado di rimuovere velocemente i parassiti.

    La medicina tradizionale viene usata in Cina e in altri paesi in via di sviluppo, anche se l’accesso alla sanità di  tipo occidentale sta crescendo.

    La terapia con la sanguisuga è usata in alcune parti dell’India come antidolorifico e per curare le malattie della  pelle, e spesso gli ospedali in Cina offrono sia la medicina occidentale sia cure tradizionali come l’agopuntura o gli antidoti alle erbe.

    In Canada e in Germania, riferisce l’Oms, più di sette persone su dieci hanno provato trattamenti di medicina popolare in alternativa o in aggiunta alle cure mediche moderne.

    Il giro d’affari della medicina tradizionale in Europa ha superato i 3 miliardi di euro (3,82 miliardi di

dollari) dal 2003 al 2004, ha riferito Zhang Xiaorui, coordinatrice del settore medicina tradizionale all’Oms, mentre per la Cina la cifra è pari a 8 miliardi di dollari.

    “Ci sono molti esempi in cui la medicina tradizionale si è rivelata una soluzione rapida ed efficace” ha detto Hans Hogerzeil, direttore della politica medica e degli standard all’Oms.

    “In questi casi le medicine tradizionali sono poi entrate a far parte della sanità occidentale, infatti una volta identificato il principio attivo alla base di esse si è iniziato a produrle in un modo standardizzato”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinby feather

di

In: Senza categoria

Commenti disabilitati su Medicina tradizionale rivalutata dall’Oms

PECHINO, 7 novembre (Reuters) – I rappresentanti della sanità provenienti da più di 70 paesi si sono riuniti oggi a Pechino per discutere di medicina tradizionale, dall’agopuntura al trattamento con le sanguisughe.

Nel corso di questo evento di due giorni, gestito dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), si svolgeranno dei seminari sugli standard normativi e sulla medicina popolare di culture come quelle del Sudafrica e del Giappone. L’evento dovrebbe concludersi con la decisione di tutti gli stati membri di accogliere la medicina tradizionale nei loro sistemi sanitari.

I funzionari dell’Oms hanno detto che integrare la medicina tradizionale con quella occidentale potrebbe rendere entrambe più efficaci. “L’inserimento della medicina tradizionale all’interno dei sistemi sanitari nazionali non solo porterà benefici ai pazienti, ma assicurerà anche una maggiore sicurezza e un uso più appropriato di queste tecniche”, ha detto ai giornalisti Carissa Etienne, assistente del  direttore generale dell’Oms.

    I relatori hanno anche chiesto di fare ricerca sulla medicina tradizionale, definita da Margaret Chan, direttore generale dell’Oms, come “una valida fonte da cui attingere per migliorare le terapie e per la scoperta di nuove classi di farmaci”.

    Alcuni studi hanno riscontrato l’efficacia di erbe e altre cure. Un ingrediente proveniente dall’artemisia usato per secoli nel sud della Cina per combattere la malaria, è ritenuto ora la migliore cura per questa malattia, dopo che alcune ricerche hanno dimostrato che è in grado di rimuovere velocemente i parassiti.

    La medicina tradizionale viene usata in Cina e in altri paesi in via di sviluppo, anche se l’accesso alla sanità di  tipo occidentale sta crescendo.

    La terapia con la sanguisuga è usata in alcune parti dell’India come antidolorifico e per curare le malattie della  pelle, e spesso gli ospedali in Cina offrono sia la medicina occidentale sia cure tradizionali come l’agopuntura o gli antidoti alle erbe.

    In Canada e in Germania, riferisce l’Oms, più di sette persone su dieci hanno provato trattamenti di medicina popolare in alternativa o in aggiunta alle cure mediche moderne.

    Il giro d’affari della medicina tradizionale in Europa ha superato i 3 miliardi di euro (3,82 miliardi di

dollari) dal 2003 al 2004, ha riferito Zhang Xiaorui, coordinatrice del settore medicina tradizionale all’Oms, mentre per la Cina la cifra è pari a 8 miliardi di dollari.

    “Ci sono molti esempi in cui la medicina tradizionale si è rivelata una soluzione rapida ed efficace” ha detto Hans Hogerzeil, direttore della politica medica e degli standard all’Oms.

    “In questi casi le medicine tradizionali sono poi entrate a far parte della sanità occidentale, infatti una volta identificato il principio attivo alla base di esse si è iniziato a produrle in un modo standardizzato”.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinby feather